mercoledì 19 maggio 2010

Attacco a sorpresa...


"ma se eravamo partiti di notte per prenderli di sorpresa, come mai piantiamo le tende ed aspettiamo giorno?"
Le parole del barbaro illuminano la notte, schiariscono le idee, sbaragliano la paura..ragazzi all'assalto del Maniero Gotesund!
Ta-ta-ta-taaaaan...
Giunti al cortile però, il primo mistero..i pupazzi di neve sono spariti, piccolissime tracce di magia divina al loro posto, quale segno misterioso è mai questo?
Siamo stati scoperti? siamo caduti in trappola? è nevicato molto senza che ce ne accorgessimo e la neve ha coperto tutto? è un'illusione? abbiamo forse il favore di qualche divinità?
A smuovere il gruppo è ancora il barbaro "siamo venuti qui per uccidere coboldi, non per giocare con i pupazzi".
Giunti alle scale che scendono nelle viscere del Maniero, davanti alla porta di legno rinforzata, nuove paure, nuovi pensieri... la sfondiamo, non la sfondiamo, quanti saranno, chissà cosa ci aspetta...dopo circa un quarto d'ora di discussione fuori dalla porta del dungeon (!!!) si decide di sfondare la porta.
Il Barbaro carica, colpo secco ma non troppo forte, la porta cede un pò e la sbarra che la chiudeva dall'altra parte cede e cade a terra facendo rumore.
Caricaaa??? mmm, no silenzio sentiamo se qualcuno ci ha sentito... magari stanno dormendo...mmm sento dei rumori, ci hanno sentito mannaggia, addio attacco di sorpresa.
Contando sulla forza bruta nonostante le insidie del Maniero, gli avventurieri si fanno strada stanza dopo stanza sbaragliando ogni resistenza e trappola dei coboldi.
Ma le segrete sono molto profonde e l'avventura continua...