venerdì 23 luglio 2010

le ombre di Rhoona

Il 21 di vatermont vi siete recati alla chiesa di Odino per vedere le condizioni del prigioniero ed eventualmente interrogarlo. Arrivati alla chiesa avete trovato la porta aperta e il chierico Grundemar a terra in una pozza di sangue. Esaminandolo, Khaless scopre che il sangue è uscito da una ferita alle testa (fasciata) e che il chierico è ancora vivo... ma che fine ha fatto Bart il prigioniero e la guardia che era rimasta a sua protezione?
Dalla stanza del prigioniero emerge il sergente Muggerdin con la spada sguainata, e non appena vi vede vi informa che il prigioniero è morto..gli hanno tranciato di netto la testa.
Arriva in quel momento Ordo la guardia che afferma che mezz'ora fa il sergente Muggerdin gli aveva dato il cambio. Muggerdin afferma di essere appena arrivato, di aver soccorso Grundermar, di non aver trovato Ordo e di aver scoperto il cadavere di Bart.
La parola di Ordo contro quella di Muggerdin quindi, però a complicare il tutto è stata la testimonianza del chierico di Odino.
Secondo Grundemar, Muggerdin è arrivato poco prima dell'alba, ha dato il cambio a Ordo e lo ha assalito alle spalle.
Situazione molto intricata, Muggerdin è conosciuto in città da molti anni ed ha un eccellente stato di servizio, è stato compagno d'armi di Farren Rhoona (nonno del Jarls Stephen) e nonostante le due testimonianze contro di lui, nessuno vuole credere a questi racconti.
Le indagini proseguono anche tramite la magia di Nimorazan, Muggerdin è stato portato alla fortezza, non come prigioniero ma in forma cautelare, ma qualcosa a Rhoona si è incrinato.
Dopo un intero giorno di indagini, la compagnia della mano, forse trova una traccia di un bardo in fuga verso Bergen, il quale per far perdere più velocemente le tracce, uccide un corriere della Guardia Nazionale e ne ruba il cavallo.
Procedendo a marce forzate nella notte verso Bergen, gli eroi vengono assaliti dai lupi....