mercoledì 24 novembre 2010

Battaglia alla Rocca Oscura


Mentre in un altro universo il Master si sposava, alla Cascata del defunto Unicorno un gruppo di pavidi avventurieri decideva di affrontare il pericoloso cammino verso la Rocca Oscura.
L'elfa Helin temeva infatti per la sorte della sua tribu, la stirpe di Asgard!
Tornare a Bergen, secondo il gruppo, non sarebbe stato meno pericoloso che andare verso la rocca e le teste mozzate dei ricercati erano già da un pezzo divenute irriconoscibili (mi sa che la taglia..puff).
Dopo due giorni di viaggio in mezzo ai boschi gelati, evitando lupi ma soprattutto i troll, le macerie della rocca furono individuate sul fianco di una montagna.
Nonostante le dovute cautele, Lit, durante un giro di perlustrazione alla rocca, fu scoperto da alcuni Hobgoblin di guardia.
Dei 4 hobgoblin individuati, solo 2 inseguirono Lit trovando la morte sotto alle potenti magie di Helin.
Ma presto ne sarebbero arrivati altri...
Le possibili opzioni individuate dagli avventurieri furono 3:
1. travestirsi da Hobgoblin e penetrare nella rocca (il master quasi piangeva commosso per l'idea).
2. trovare un punto riparato vicino alla rocca, aspettare che una pattuglia uscisse alla ricerca dei compagni e penetrare nella rocca approfittando della dispersione delle forze nemiche (il master interessato ascoltava l'idea).
3. attendere sul posto che arrivassero altre guardie dalla rocca tendendo loro un'imboscata (il master ha cominciato a credere che la sfida di abilità vinta per giungere fino alla rocca fosse falsata da tiri di dado fortunati).
LA BATTAGLIA: Una pattuglia di 7 hobgoblin uscì dalla rocca alla ricerca dei due compagni scomparsi muovendosi sparpagliata per non cadere vittima di attacchi ad area.
L'imboscata degli avventurieri ebbe successo e sotto ai primi colpi caddero due nemici, mentre dalle retrovie un arciere nemico sparò un segnale luminoso in cielo.
La scaramuccia impari per gli hobgoblin ebbe una svolta dopo circa mezzo minuto.
Un troll emerse dai boschi ed attaccò gli avventurieri...panico?
Dopo qualche scambio di fendente arrivarono altri due troll e poco dopo un quarto troll arrivò di corsa.
La Compagnia della Mano del Fato utilizzò molte energie e risorse per non cadere vittima di questi temibili mostri e quando la battaglia sembrava conclusa, emersero dai boschi i rinforzi arrivati dalla rocca guidati da una vecchia conoscenza: Dentediferro!!!