venerdì 13 maggio 2011

Due Baguette per favore...

Ci eravamo lasciati con questa domanda, Chi è Goomba?
"Un vecchio compagno", disse Adram, ma la botola sotto ai piedi degli avventurieri non lasciava spazio alle discussioni.
Un olezzo di morte usciva dalla botola aperta, presagio dell'orribile panorama che attendeva Adram non appena discese la scala a pioli.
Un orribile combattimento si era consumato la sotto, in quella che poteva essere un covo o prigione dei ladri.
Corpi orrendamente straziati da artigli e anche insoliti mucchietti di cenere sparsi ovunque.
Nelle celle i prigionieri erano stati uccisi senza potersi difendere, mentre nel corridoio la battaglia doveva essere stata molto dura.
Esplorando la prigione da un angolo si mosse una figura sofferente, che senza indugio si lanciò addosso ad Adram...
Era Goomba o ciò che ne restava, era divenuto una progenie vampirica e gridando in preda ad una atroce sofferenza, terminò la sua vita colpito da un fendente del paladino.
Tra i suoi resti solo una pergamena scritta con il sangue: "sono stato catturato inseguendo Agrid presso il Vecchio Panificio del molo, sede della gilda dei ladri".
Come mai Goomba era divenuto una progenie vampirica, è stato forse vittima del combattimento avvenuto qui sotto nelle prigioni? come mai non ha seguito il suo nuovo e oscuro padrone? Gli era rimasta forse una scintilla di umanità ed ha provato ad avvisare il suo vecchio amico e compagno Adram? oppure era li per fungere da esca?
Stringendo tra le mani la pergamena Adram e tutti gli altri, senza indugi si cammuffarono e andarono da il Capitano Geirmundr per riferire del covo appena scoperto (le prigioni) avvisando che sarebbero stati anche loro presenti al sopralluogo delle guardie.
In realtà quest'ultima informazione serviva solo a depistare eventuali informatori presso le guardie.
Tutti gli eroi, si diressero in ordine sparso verso il Vecchio panificio del Molo.
Il Vecchio panificio del Molo è uno degli edifici più vecchi della città, ha solo due ingressi, uno davanti per i clienti e uno dietro al magazzino per i garzoni.
L'ingresso davanti era pieno di clienti e commessi e l'atmosfera era da "Mulino Bianco".
L'ingresso posteriore invece, era anche meglio, circondato da una staccionata aperta, dei garzoni scaricavano casse e barili vuoti, per fare spazio nel magazzino interno.
Nessuna guardia, nessun palo, solo gente infarinata che lavorava sodo.
Helin e Khaless sono i primi ad entrare e a chiedere di passare, mostrando l'anello di Campioni.
I Garzoni dopo un pò di sbigottimento chiamano il loro padrone, un certo Omer, il quale per nulla intimorito dalla presenza degli eroi armati fino ai denti, consente solo a Khaless di entrare ad ispezionare il panificio appellandosi al protettorato dei Gotesund e pure dei Rhoona, ma la tensione è a 1000 e Melodia lo attacca.
Omer il panettiere, risponde chiudendo la porta posteriore, sbarrandola, una offesa inamissibile per gli avventurieri assetati di sangue!
Adram estrae il piccone ed abbatte la porta, gli eroi così entrano nel magazzino del panificio pieno di casse e barili, dove vedono solo una porta che conduce al forno, nessuna trappola o agguato ad attenderli.
Nessuna resistenza si oppone a loro nemmeno quando entrano nella stanza del forno, abbandonata in tutta fretta dai cuochi e probabilmente fuggiti dalla porta che conduce all'ingresso principale.
Dopo una rapida perquisizione, torna Omer il panettiere che si scusa di essersi assentato ma doveva mandare via i garzoni e i cuochi.
"Ora sono a vostra disposizione", la frase però sembrava molto ironica.
Dedicandogli l'attenzione che un gruppo di avventurieri avrebbero solo per un mostro o un drago, in 4 contro 1, i temibili eroi del Vestland attaccano il panettiere.
Assetata di sangue è ancora Melodia a dare l'avvio al combattimento, salvo non restarci sotto all'attacco di Omer.
Il Paladino riesce ad assestare un paio di fendenti e pure la maga con una nube maleodorante, provocando le ire di Omer che teme per la sua farina e i suoi affari.
Dopo una manciata di secondi di combattimento appare chiaro che Omer è troppo abile per essere un normale panettiere, tanto da riuscire a resistere ad attacchi mortali molto potenti scagliati dagli eroi.
Che fosse un panettiere di 20° livello? dove aveva imparato Omer a rispondere alle stoccate di Adram indossando un grembiule sporco di farina? La sua abilità in combattimento vale quanto una prova della sua colpevolezza? o doveva farsi sbudellare in casa sua dagli eroi del Vestland?
Solo contro tutti Omer risponde alle stoccate mangiando un "flauto" e informando un "Taralluccio".
L'unica opzione rimasta agli eroi è la ritirata, quando arrivano le guardie chiamate dai garzoni della panetteria.
La battaglia termina e dopo uno scambio feroce di accuse reciproche davanti alle guardie, viene svelato l'arcano, Omer dei Picchi Gialli è un Campione del Vestland e a quanto pare conosce il re e i Jarls e da tempo si è ritirato dal campo!
Per terra dietro alla panetteria intanto rimane il corpo senza vita di Endel, una guardia a servizio del panificio...