mercoledì 18 maggio 2011

La compagnia del pugno del Vestland

Il mercante di stoffe che prestava il magazzino alla gilda dei ladri si chiama Ralf Clift, è un halfling lontano cugino dei Linton. Era minacciato da Olaf il grigio, un topo mannaro senza scrupoli luogotenente della gilda. Il signor Clift ha riconosciuto il corpo di Olaf il grigio tra gli uomini trovati uccisi nella prigione, la pista appena aperta sembra chiudersi.
Melodia, Helin e Adram di nuovo con un pugno di mosche in mano, pensano di ripartire da zero con le indagini, ovvero cercare uno spacciatore e in seguito dallo spacciatore trovare qualche ladro.
La ricerca però non da i frutti sperati, gli spacciatori sembrano spariti tutti.
Marteen, un halfling gestore del dormitorio, per tre guldan rivela che qualcuno ha provato ad uccidere il capo della gilda e che tutti i ladri sono tornati alla tana per proteggere il capo e vi staranno per un bel pò.
Che il "tentativo" di cui parla Marteen sia stato l'attacco degli eroi a Omer dei Picchi Gialli?
Dopo una lunga nottata di sonno, la compagnia decide di tornare da Omer per pagare i danni e magari trovare uno spiraglio, un indizio o una possibile trattativa.

Ecco cosa ha rivelato Omer tra una fetta di pane e di salame:
"Ho ascoltato quello che avevate da dire.
Ho ricevuto fortissime pressioni dal comandante Geirmundr per non fare denuncia e alla fine ho accettato.
Cosa penso io? Penso siate dei cretini, però mi state simpatici perché in voi vedo me quand'ero giovane.
Erik Gotesund, Harad Gudmundson, Omer dei Picchi Gialli, Stephen Rhoona, 30 anni fa eravamo la compagnia del pugno del Vestland.
Quelli che usavano di più la spada che il cervello erano Erik e Omer(io); Erik è stato ammazzato da un gigante e il suo maniero ora è diroccato, mentre Io ora sono un panettiere rispettabile che viene assalito in casa sua da una banda di cretini.
I meno abili con la spada ma più abili con la lingua erano Harad e Stephen, uno è re l'altro duca meridionale.
Da questa esperienza ho imparato che se si vuole vivere a lungo è importante smettere di usare la spada il prima possibile e usare il cervello per farla usare agli altri.
Per il danno alla porta posso passare sopra e anche per aver rovinato la farina, ma per la morte di Endel, sua figlia Leida ora è rimasta sola, lavora alla panetteria con me; una porta rotta si ripara, una vita spezzata no!
C'è solo una cosa che Leida odia di più di un branco di avventurieri cretini, ovvero i vampiri che hanno ucciso prima sua madre e poi le sue due sorelle.
Io non ho nulla a che fare con tutto ciò in cui mi volete coinvolgere, però qui al porto circolano diverse voci.
La voce più forte è che un certo Agrid stia cercando di fare le scarpe ad Aceto e che per farlo cerchi l'alleanza con i vampiri, con l'aiuto dei quali sta eliminando la fazione opposta alla sua scalata campeggiata da Olaf il grigio.
Sempre le voci dicono che Agrid incontrerà un emissario dei vampiri molto presto non appena Olaf il grigio sarà stato eliminato.
Sinceramente non so dove potrebbe essere il luogo dell'incontro, ma se fossi in voi inizierei a dormire di giorno e appostarmi di notte, magari con un pò di fortuna qualche sepolcro verrà aperto!"
mmm, gli eroi dopo aver salutato Omer (anche se i sospetti non sono per nulla caduti su di lui e sul suo ruolo) si dirigono al cimitero per investigare...