domenica 20 novembre 2011

Mescere pozioni: HR

Ciao, questa settimana tocca al talento mescere pozioni. Nel manuale del giocatore 1 la lista dello pozioni è talmente scarna (solo pozioni di cura) che questo talento è spesso bistrattato e purtroppo nemmeno con il manuale del giocatore 2 e 3 le cose cambiano. Si deve per forza accedere alla lista contenuta nella cripta dell'avventuriero (da pag 185 in poi) per avere una vasta scelta. Ammesso pertanto che si abbia accesso a tale manuale e alla sua lista, mi sono sempre chiesto... i rituali devono essere imparati, perché non le pozioni? Ecco pertanto come imparare e soprattutto quanto costa lavorare con le pozioni.

Il costo di produzione di una pozione corrisponde a quella di mercato (come per gli oggetti magici, ha poco senso ma è così per non sbilanciare tutto il sistema).
Il costo di acquisto di una formula di una pozione o di un elisir è il doppio del costo di mercato di una pozione base dello stesso tipo. Con quella formula base si possono mescere sia le pozioni piccole che le potenti della stessa versione (a patto di rispettarne i requisiti di livello e avere tanti guldan :).
Esempio: Prendiamo la "pozione di resistenza" che ha prezzo di mercato 40Mo al livello più basso (liv4). La sua formula costerà 80Mo (il doppio) ma con quella formula il "mescetore" potrà fare anche le sue versioni più potenti (Liv14 e Liv24 spendendo le rispettive Mo e rispettanto i requisiti di livello).
Quando un pg prende il talento mescere pozioni, ottiene subito la formula della pozione guaritrice ed una a sua scelta di un livello che può già creare.
Quindi se un PG prende il talento al 10° livello, oltre alla formula della pozione guaritrice, potrà scegliere un'altra formula di una pozione fino al 10° livello.