venerdì 27 gennaio 2012

Una tranquilla giornata al forte

Il comandante Doric figlio di Dorto non credeva ai suoi occhi. Sul tavolo delle torture gli avventurieri avevano posto 7 teste di ogre, due di ettin (ha due teste!), tre di giganti, le tre teste della chimera, quella del basilisco e delle due arpie... Oltre a ciò questa compagnia di elfi ed un nano aveva liberato 5 dei loro nani ed ora si proponeva di andare a sistemare chi aveva messo in serio pericolo la strada del passo Evekarr: il sacerdote del grande nulla. Certamente di eroi così non se ne incontrano spesso. Ancora più basito è rimasto il comandante quando gli avventurieri non hanno chiesto fama ma di mantenere la segretezza...
Khaless , paladino di Kagyar, si meritava proprio di passare il confine e di poter conferire con lo zio, capo del clan Torkrest, per riabilitare il nome della famiglia Thorduin.
Doric scrive la lettera di presentazione e il lasciapassare per permettere agli avventurieri di raggiungere Dengar Alta. Senza tale lettera viaggiare per casa roccia per una compagnia in cui vi sono ben 3 elfi sarebbe difficile. La proposta di Melodia di viaggiare comunque camuffati è stata accolta positivamente. Lascia passare o meno, le teste calde sono ovunque e se si sparge la voce che degli elfi sono diretti a Dengar Alta..brrrr.
Dopo una notte di sonno, la Compagnia dell'Alba pianifica un piano e chiede l'assistenza di un plotone di nani allo scopo di proteggersi le spalle. Con al compagnia viaggerà il caporale Gloor, i 5 nani salvati, più altri 6 nani.
Destinazione il covo del sacerdote del culto presso l'ex tana di Shooting Star. Secondo le informazioni in possesso dei nani, la tana è composta da una grotta sotterranea di tre stanze. L'ingresso è posto in cima alla prima, una vera e propria voragine con un salto di 30 metri sotto alla quale c'è una polla d'acqua. Si può scendere anche scalando o con delle corde. la seconda stanza è più piccola, seguita da un terza stanza ancora più piccola. Per raggiungere la tana si può ripercorrere la strada fatta dagli eroi fino ai 4 picchi oppure andare direttamente dal forte. Rimane da capire se il sacerdote si sente braccato, se rimarrà ad attendere gli eroi o uscirà allo scoperto.