giovedì 24 maggio 2012

Verso il Grande Vortice

In attesa del ritorno di Melodia, il giovane Norwin testa la sua capacità di arciere da un fabbricatore di archi. Gli ethengariani hanno fama di essere degli esperti cavallerizzi e di essere dei provetti arceri con l'arco corto a cavallo dei loro destrieri.
Norwin prova qualche arco fingendosi interessato all'acquisto e nota come gli ethengariani, che si esercitano assieme a lui su dei bersagli di paglia, hanno una maestria simile alla sua. La sfida si fa interessante quando Norwin riesce a sconfiggere un bambino di 11 anni con 3 centri su 4 contro un solo centro del bambino... l'onore degli elfi del Vestland è salvo.
Melodia esce da palazzo molto soddisfatta, si è potuta esibire con altri artisti dal Gran Khan ed ha pure guadagnato una gemma preziosa.
La compagnia fa il punto della situazione, può rimanere in città a godere dell'ospitalità ethengariana oppure proseguire il viaggio vero morte sicura... Khaless, Melodia, Helin, Adram e Norwin sellano i cavalli e partono immediatamente scegliendo la seconda opzione!
Le indicazioni date da Juchi sono un pò vaghe, ma nessuna guida è disposta ad accompagnare gli avventurieri verso il Grande Vortice. "Costeggiate lago, poi andate verso est-nordest fino a termine mare di fiori. A termine mare di fiori vedere voi Grande Vortice".
Dopo un giorno e mezzo di viaggio a cavallo, gli avventurieri arrivano ai confini dell'altopiano chiamato "mare di fiori" e si sistemano per la notte.
Poco prima dell'alba però vengono attaccati da alcuni non morti, uno di questi ha tatuato il simbolo del Grande Nulla.