venerdì 30 novembre 2012

Il consorzio planare

la signora del dolore
Il Consorzio planare è l'organizzazione economica che ha il monopolio degli approvvigionamenti alimentari di Sigil. Quando si parla di alimenti non si deve pensare solo a carne, pesce, frutta e verdura, ma anche cibo per gli elementali e tutti quegli esseri che non hanno una forma umanoide. E' retta da 3 "volpi" dei piani, l'oni Estevan (la mente) e due gigantesse del gelo, Zadara (la diplomatica) e Shemeska la razziatrice. Quest'ultima in particolare è la responsabile della sicurezza delle spedizioni e colei che più dei tre soci, sente la pressione per i recenti boicottaggi. I portali sicuri utilizzati dal Consorzio per il trasporto delle merci sono più di 500 (un numero spropositato da controllare), ma il modo in cui sono stati distorti o distrutti fa pensare ad un piano più grande e i mercanti sono dubbiosi se attraversarli ancora o prendere altre strade. Sigil non è autosufficiente dal punto di vista alimentare e in prossimità dell'imminente Festività delle Porte, il numero di cittadini dovrebbe raddoppiare. C'è il rischio che non vi sia sufficiente cibo, che scoppino dei disordini e che la Signora del dolore intervenga sopprimendo le corporazioni come fatto in passato con le gilde. Dei vecchi capi nessuno è sopravvissuto!
Estevan per scongiurare la fine del consorzio elabora un piano, fingendo disaccordo con Shemeska e Zadara esce da Sigil, raccoglie "canti" sulle vie manomesse, assolda degli avventurieri poco noti, e non connessi al consorzio, e fa loro percorrere le strade tipiche di una carovana di mercanti planari del consorzio. La missione di Estevan scricchiola e rischia di fallire quando orde di demoni confiscano navi del consorzio per attaccare l'Avernus dal cielo oltre che dallo Stige. Solo la fortuna aiuta l'audace Oni. I gruppi che riesce ad assoldare sono 11. Il compito degli avventurieri è di scoprire chi boicotta il consorzio e se possibile eliminare i fastidi. Estevan non rivela tutto il suo piano agli avventurieri, infatti non sa di chi si può fidare. La Compagnia dell'Alba accetta la missione (da questo articolo in poi seguite il riassunto) e finalmente arriva alla sede del Consorzio planare. Purtroppo però le informazioni raccolte dalla compagnia del piano materiale pur essendo importanti, non conducono al responsabile del boicottaggio ne ispirano delle contromosse! Ora che la Compagnia dell'alba ha raggiunto il Consorzio la sua copertura è bruciata e Shemeska e Zadara congedano il gruppo momentaneamente, in attesa che anche gli altri gruppi assoldati da Estevan arrivino a Sigil.
Per onor di cronaca è giusto riportare alcune preziose informazioni ottenute incrociando i racconti:
Fedis Crale, l'oni "amico" di Estevan, era un forte giocatore d'azzardo e si è indebitato con molte bische e pericolosi individui a Sigil. Le somme puntate non erano solo di sua proprietà ma appartenevano anche agli affari del Consorzio. Shemeska 20 giorni fa, ha invitato Crale a cena e per punirlo delle sue malefatte, l'ha avvelenato togliendolo di mezzo per sempre! Fedis Crale è stato sepolto all'Obitorio di Sigil (quartiere dell'alveare) nelle tombe riservate al Consorzio. Il Fedis Crale incontrato a Porta del Commercio pertanto non poteva essere il vero Fedis Crale. Shemeska, al posto dell'oni da lei avvelenato, ha inviato a presidiare il negozio una Tiefling di nome Tashae che gli avventurieri non hanno mai incontrato.
Shemeska teme che i creditori di Fedis Crale vogliano rivalersi sul consorzio per riavere indietro il denaro scommesso dal mercante oni, per tale motivo le misure di sicurezza sono più alte temendo l'arrivo di assassini o altre malefatte, ma questa è un'altra storia, anche se potrebbe ostacolare pericolosamente le indagini del consorzio.