mercoledì 5 dicembre 2012

Il tamburino rosso

Ordine supremo
Dopo esser stati congedati dal consorzio planare, la compagnia dell'alba si dirige verso la locanda economica del distretto del mercato conosciuta come il tamburino rosso. Lo scopo, oltre che riposare per la notte, è di incontrare un cantore e di ottenere informazioni sul da farsi. Infatti la ricerca di Amestris ha condotto gli eroi verso numerosi bivi e l'obiettivo sembra sempre più distante. La locanda è costruita per metà in legno e pietra mentre l'altra metà è in ferro e pietra. La locanda infatti è in grado di ospitare elementali e creature del piano del fuoco in tutta sicurezza. Eska, un cantore tiefling, informa che nonostante alcuni portali verso e in partenza da Sigil siano stati bloccati, questi sono solo un ventesimo dei portali totali conosciuti (che in totale sono circa 2000). I portali bloccati (o distrutti) sono in parte usati da consorzio planare ma non solo: anche il divino Kagyar ha bloccato i portali verso Celestia presenti nel distretto della signora quando ha scoperto che il suo martello è stato oggetto di un tentativo di furto. Il martello di Kagyar è un artefatto con la capacità di uccidere una divinità e il tentativo di furto fa temere una imminente battaglia tra dei!
Le misure di sicurezza (come sappiamo dalla nostra storia) tuttavia hanno smembrato il martello e proiettato i suoi tre pezzi a spasso per i piani. La Compagnia dell'alba è al corrente di queste informazioni grazie al colosso di nome Onice incontrato nel Vestland. A caccia dei pezzi del martello si sono proiettate più organizzazioni di mercenari e sembra che due pezzi siano già stati trovati. Un pezzo è in mano ai mercenari draconici che si fanno chiamate Mangiapeccati (in stile H.P.) mentre un altro pezzo è in mano ai mercenari Githyanki  che si fanno chiamare Ordine supremo. Il terzo pezzo (l'impugnatura) non è stato ancora trovato, anche se la compagnia dell'alba ne sa qualcosa grazie ad Onice. Il suo recupero pertanto diventerebbe fondamentale per impedire l'utilizzo improprio del martello.
Tornando alla questione dei portali, sembra che per ora l'unico genere alimentare che ha problemi ad essere reperito a Sigil è il vino di fossa, bevanda nota a Sigil per essere usata come bevanda propiziatoria durante la festa delle porte (tra 16 giorni).
Congedato Eska gli avventurieri salgono nelle loro stanze. Durante la notte Helin assiste all'apparizione di un wraith. Informato il locandiere dell'avvenimento inizia così una nuova avventura attraverso un nuovo portale, apparentemente un altro bivio, un'altra storia che porta la compagnia dell'alba sempre più lontano dal piano materiale.