mercoledì 22 luglio 2015

Arrivo a Thorduin's gate

Gli avventurieri arrivarono in mattinata con il prigioniero a Thorduin's gate, il villaggio fortificato costruito a protezione del lungo tunnel che porta alla cittadella di Thorduin sotto al picco di Kurtulmak.
Il villaggio appariva circondato da un muro di cinta alto 3 metri completato grossolanamente con punte difensive. Le mura, nonostante l'esigua altezza, apparivano troppo solide per la loro altezza, segno che nei piani del Jarl c'era una futura espansione o innalzamento.
All'interno vi era una seconda cinta di mura a protezione del famoso tunnel, alta 6 metri.
Il portone d'ingresso era chiuso e la guardia dall'altra parte dopo aver chiesto chi fossero, aprì con poca voglia. L'atmosfera che si respirava al villaggio era pesante e cupa e tranne qualche sfaccendato, non si vedeva anima viva. La stessa guardia al portone vestita con un macchiato mantello rosso, guardava torva gli avventurieri.

Il gruppo si divise in due, una parte portò il prigioniero alla casa del sindaco mentre l'altra andò alla compagnia Moratz per consegnare la merce e ricevere il pagamento.
Il sindaco era un halfling un pò impacciato ed intimidito dalla sua ombra dal nome Harbin Wester. Il Bugbear Kalg fu rinchiuso in una delle due celle disponibili e a piantonare la creatura fu posto un carceriere dal mantello rosso. Sul mantello della guardia è cucito lo stemma dei mercenari Marchiorosso.
Dopo qualche chiacchierata in giro fu chiaro come funzionava ultimamente al villaggio. Il tunnel verso Thorduin era chiuso per dei lavori importanti e l'ultima comunicazione con il jarls era avvenuta 22 giorni prima. Siccome il jarl Khaless Thorduin era impegnato con la ristrutturazione e consolidamento della cittadella, la guida del villaggio era stata affidata a Harbin Wester, mentre la protezione del villaggio era stata affidata ai mercenari Marchiorosso. I problemi recenti causati dagli attacchi del druido ai cercatori d'oro e alle carovane di merci dirette al villaggio avevano contribuito ad appesantire il clima.
Inoltre al druido si attribuisce l'omicidio di Drendar un boscaiolo del posto e la conseguente sparizione della moglie e del figlio (dati oramai per morti). L'accusa al druido è mossa dal sindaco Wester, mentre le indagini sono state condotte dai marchiorosso.
I misteri al villaggio non finiscono qui, la chierica di Frey non è mai presente al tempio, mentre Linene Graywind dell'emporio Lionshield non si fida dei mercenari per via dei loro modi rudi: "Da quando il tunnel è chiuso sono diventati più arroganti del solito".
Il paladino Marek nel frattempo riesce a procurare dei cavalli, c'era una vita da salvare. il campione del Vestand Sildar Hallwinter era ancora prigioniero dei Goblin e dovevano salvarlo al più presto.