sabato 7 gennaio 2017

Madam Eva

La notte all'abbazia non fu riposante. Le porte d'ingresso venivano graffiate da qualcosa e tutt'attorno di udivano passi e rumori sinistri.
Inoltre verso la mezzanotte, dal cimitero si alzarono un centinaio di spettri. Le creature formarono una lugubre processione lungo la strada che conduceva al castello di Morphail.
Padre Donavich raccontò che la processione avveniva ogni notte a mezzanotte.
Gli spettri appartengono a 100 guerrieri e rivoltosi Baroviani che sfidarono Morphail assieme ad un mago alcuni anni fa.
Morphail uccise tutti. Undici giorni dopo il loro funerale, le anime dei morti iniziarono ad elevarsi ogni notte e a formare una lugubre processione verso il castello.
Alcuni coraggiosi avventurieri provarono a seguirla: dissero che non subirono attacchi mentre salirono al castello e, a patto di avere la forza di sfidare Morphail, rappresenta una via sicura di accesso al cuore del suo dominio.

Il prete mise a disposizione di Kolayana il suo carretto portabare con il mulo per facilitarle la fuga.
Grog, Noghai e la sua pantera Kita, Paul, Helena, Veridian, Ismark e Ireena, lasciarono Barovia senza voltarsi diretti verso di Vallaki.
Dopo un pò la strada arrivò ad un bivio. Sul bivio era presente una solida forca con tanto di corda per impiccagione. A lato undici tombe.
Le frecce indicavano il laghetto Tser o la cittadina di Vallaki.
Nonostante la premura di Ireena fosse di giungere a Vallaki quanto prima, gli avventurieri vollero andare a Tser. Infatti Undici di sera li aveva incaricati di cercare una Vistani che rispondeva al nome di Madam Eva.
Sullo sponde del laghetto trovarono l'accampamento degli zingari. L'atmosfera era tutt'altro che lugubre. Alcuni di loro ballavano e bevevano attorno al fuoco, mentre un altro raccontava una storia su di un arcimago che sfidò Morphail tempo addietro.
Dopo aver ascoltato la storia sul mago e la sua sconfitta, gli avventurieri si diressero verso la tenda di Madam Eva.
La donna, sui 50 anni portati molto bene, li attendeva. Conosceva qualcosa di loro o forse semplicemente aveva un forte intuito.
Su Noghai disse che aveva perduto se stesso e forse qualcosa di più importante, su Veridian disse che i suoi obiettivi opachi avrebbero portato sfortuna ai compagni, su Grog disse che il suo buon cuore sarà di ostacolo alla sconfitta dei suoi nemici, a Paul disse che la ricerca del potere l'avrebbe portato alla dannazione e ad Helena che ciò che stava cercando preferirebbe non trovarlo.
Poi estrasse delle carte e lesse loro il fato.