lunedì 24 luglio 2017

Le paure di Ireena

Dopo aver accompagnato gli avventurieri alle porte di Vallaki, Ezmeralda lascia il gruppo "per non dare nell'occhio".
Finora la donna era sopravvissuta in Boldavia senza attirare l'attenzione su di se e voleva continuare a farlo. Che il suo fosse un monito agli avventurieri non c'è dato di sapere.
Nel frattempo la ferita alla spalla di Grog non si rimarginava, il barbaro temeva fosse infetta, o peggio che fosse licantropia. Helena forse poteva curare il barbaro, ma aveva bisogno di riposare.
Inoltre Noghai ricominciava a dare segni di squilibrio. Il ranger nel combattimento contro i mannari, non aveva ucciso nessuno. La sua sete di sangue era rispuntata e l'uomo poteva dare nuovamente di matto.
Fu Paul a dirottare il gruppo verso il campo dei Vistani a sud di Vallaki per cercare informazioni sulla strega Vistani che forse era in grado di curare la pazzia del compagno.
I Vistani non sapevano dove fosse Greenteeth, però dissero che l'ultima volta era stata vista sulle sponde del lago Zarovich a nord di Vallaki, valeva la pena indagare.
L'indomani gli avventurieri entrarono a Vallaki con l'intento di fare provviste ed andare a nord verso il lago, ma un incontro imprevisto cambiò i loro piani.
Ireena Kolayana li avvicinò impaurita.
La donna che avevano accompagnato da Boravia a Vallaki assieme a Bismark, era intimorita da Izrek e temeva per la sua vita. Ireena desiderava essere accompagnata a Krez per trovare protezione all'abbazia. Aveva sentito in città solo buoni racconti sull'abate e riteneva che quel viaggio dovesse essere risolutivo. Ma aimè gli avventurieri non erano d'accordo.

L'esperienza avuta all'abbazia non faceva sperare nulla di buono per la poveretta. L'abate era davvero suonato e le creature che lo circondavano non ispiravano grande fiducia.
Invece Paul era dell'idea che Ireena poteva essere al sicuro presso Morderkainen. Il mago nonostante fosse del tutto svitato, era innocuo. Inoltre Ireena poteva tornare utile facendogli da "sorvegliante".

Veridian invece non aveva voglia di viaggiare a nord del lago e si prese carico di cercare un vestito da sposa per l'abate pazzo.
Se il principe Morphail avesse accettato l'invito dell'abate, la ladra avrebbe potuto visitare il castello assieme a suoi compagni, senza la scomoda presenza del principe Vampiro.
La Tiefling fece visita a Fiona Watcher. Sua figlia stava per sposare il figlio del Borgomastro, quale occasione migliore? La nobile però non si dimostrò disponibile. Il vestito di sua figlia era stato ricavato utilizzando come base il suo vestito da sposa.
La stoffa preziosa era una merce di gran lusso in Boldavia, e i vestiti da sposa lo erano ancora di più.
Della visita approfittò Larnark, il tirapiedi protettore di Lady Watcher.
Gli era giunta voce che gli avventurieri, quando erano entrati a Vallaki, lo avevano fatto accompagnando una giovane donna.
La donna era tra gli interessi di Morphail e chiese espressamente a Veridian di portare la donna alle porte della città dove una carrozza l'avrebbe portata a castello. Naturalmente Larnark si riferiva a Ireena Kolayana. L'uomo però sembrava ignorare il nome della donna e il suo nascondiglio.
Veridian uscì da casa Watcher con un problema a cui serviva una rapida soluzione.
O consegnare a Morphail la vera Ireena o consegnare al principe una donna dalle fattezze simili.
La tiefling optò per questa seconda opzione. cercò tra tutte le giovani donne di Vallaki, infine ne trovò una sufficientemente rassomigliante. Non riuscì a convincerla con le buone ( a causa della sua coda le persone tendevano a non fidarsi ) ed iniziò a pensare come farlo con le cattive.
Per un attimo a Veridian tornarono in mente le parole di Ezmeralda "non dare nell'occhio"... oramai era troppo tardi, si erano esposti e prima o poi si sarebbero confrontati con Morphail.
Non era in discussione il "se", ma il quando ed occorreva mettersi nella posizione migliore possibile.