giovedì 3 giugno 2010

Thors l'uccisore

Thors l'uccisore
Thors l'uccisore di Troll comandante della Guardia Nazionale del Vestland
Età: 45-50
Residenza: Norrvik caserma della GN, ma non c'è quasi mai.
Jarls Thors l'uccisore di Troll, questo è il nome con cui viene chiamato il comandante della Guardia Nazionale del Vestland, un nome che incute timore e rispetto in coloro che conoscono la sua fama, forza e determinazione.
Umano sui 45-50 anni dalle sconosciute origini, non è sposato, non ha vizi, non ha donne, ha trascorso la maggior parte del suo tempo a combattere i Troll come se fosse la missione della sua vita. Cosa lo spinge ad odiare così tanto i Troll non ci è dato da sapere, si sa solo che fin da giovane si è dedicato a questa pratica, molto apprezzata nel Vestland tanto da attirare le attenzioni dei jarls delle città limitrofe alle colline Trollheim.
I Troll naturalmente conoscono bene Thors ed hanno giurato più volte di prendere al sua testa senza riuscirci.
Paradossalmente la più grande battaglia di Thors è stata anche la sua più grande sconfitta.
Circa 3 anni fa con la 4° falange della Guardia Nazionale di cui era capitano, inseguito da un esercito di Troll, ripiegò verso la Rocca Oscura in attesa di rinforzi da Bergen.
Lui ed i suoi 150 uomini resistettero inutilmente tutta la notte contro l'avanzata di oltre 500 troll assetati di sangue.
Quando fu chiaro che i rinforzi non sarebbero arrivati in tempo per salvare loro la vita, Thors prese la decisione di immolare tutta la 4° falange e i troll, in un rogo purificatore.
Aperti i cancelli della rocca i troll si riversarono sui pochi sopravvissuti non curanti della trappola suicida preparata da Thors e dai suoi uomini.
In quel luogo morirono tutti, Troll e soldati, e fu un miracolo se i ritardatari rinforzi da Bergen guidati da Emil Doepler trovarono Thors in fin di vita con ustioni su tutto il corpo.
I Chierici di Odino dovettere lavorare molto per medicare le sue ferite e si dice che Thors non si sia più ripreso da quella battaglia in cui perse molti compagni e amici di lunga data.
Re Harald lo promosse Comandante della Guardia Nazionale per la sua determinazione e coraggio e quella fu probabilmente l'unica azione di re Harald degli ultimi 3 anni che non fu contestata dalle corporazioni dei mercanti.
Alcuni sostengono che Thors in quella battaglia abbia perduto la voglia di vivere e che cerchi contro i Troll l'ultima battaglia della sua vita.
Le azioni della Guardia nazionale contro i Troll da quando c'è lui al comando sono diventate più incisive però sono aumentate anche le vittime tra i soldati. A causa di ciò negli ultimi due anni la Guardia Nazionale ha arruolato molti mercenari e avventurieri pagandoli profumatamente (50 Guldan tanto vale la vita di un troll).
Thors risiede ufficialmente a Norrvik presso la caserma della GN, ma è spesso ad ispezionare le truppe o sui campi di battaglia.