mercoledì 16 maggio 2012

L'arrivo a Xantha

La compagnia dell'alba arriva a Xantha, capitale estiva dell'Ethengar.

Lisai, una cavallerizza ethengariana assoldata per far loro da scorta e guida verso la capitale, si è dimostrata donna di poche parole e molto abile (forse troppo) a fiutare e ad evitare i guai lungo la relativamente sicura via carovaniera.
Dopo 9 giorni di viaggio attraverso l'immenso mare d'erba, la capitale dell'orda composta da recinti, tende e polvere, appare il posto migliore del mondo dove far sosta in attesa dell'ultimo viaggio... l'incontro con la morte!
I raggi del sole riflettono sul palazzo rosso e oro del Gran Khan Moglai mentre i simboli del drago sembrano animarsi per via dei suoi riflessi dorati.
Lisai dopo essersi congedata dagli avventurieri, si dirige verso le tende dell'orda per ricevere il suo nuovo incarico.
Norwin guarda allontanarsi con tristezza la giovane umana, solo 22 anni, eppure sapeva cavalcare e tirare con l'arco meglio di molti veterani del Vestland.
Guardando all'orizzonte verso nord il giovane elfo cacciatore di draghi (una volta si faceva chiamare in questo modo ora è più azzeccato "fuggitore dai draghi") cerca tracce del grande vortice ma almeno per ora la preoccupazione più imminente dei suoi compagni è trovare un posto dove dormire.