lunedì 19 febbraio 2018

La Forza ha abbandonato la Hasbro durante le festività?


Tempi "duri" per Star Wars tra gli scaffali dei negozi di giocattoli.
A seguito dell'uscita del campioni d'incassi al botteghino del film "The Last Jedi" e della successiva presa di distanza dal film di buona parte dei fans di Star Wars, sembra che il brand stia rallentando le sue vendite.
Molti fans arrabbiati hanno rilasciato video su Youtube che testimoniano questa mancanza di vendite, vi propongo questo video: Who Buys Star Wars Toys? No One...
Tuttavia, tralasciamo i commenti dei fans e proviamo ad affrontare la questione in modo differente.
Per tale motivo vi propongo la traduzione del seguente articolo "Hasbro revenue slumps on soft sales of 'Star Wars' toys" - tradotto "Le entrate di Hasbro crollano sulle vendite soft dei giocattoli di "Star Wars"" scelto per l'assoluta imparzialità.
Ma se volete un parere differente potete anche leggere "Hasbro sales tumble as Star Wars craze cools" ovvero "Le vendite di Hasbro crollano mentre la mania di Star Wars si raffredda".
Buona lettura
Le entrate di Hasbro crollano sulle vendite soft dei giocattoli di "Star Wars"
  • Hasbro afferma che le vendite di giocattoli "Star Wars" e "Frozen" sono diminuite nel quarto trimestre.
  • Hasbro afferma che il segmento dei marchi partner è crollato del 21% nel quarto trimestre.
  • I marchi in franchising, come Nerf, Monopoly e My Little Pony, si sono comportati bene per l'azienda, con un aumento dell'11% nel trimestre.
La forza non era con Hasbro durante le vacanze.

Mercoledì il produttore di giocattoli ha detto che le vendite di giocattoli "Star Wars" e "Frozen" sono diminuite durante il quarto trimestre.

Hasbro ha anche riportato utili nel quarto trimestre che hanno di gran lunga superato le aspettative, ma le entrate sono diminuite.

Le azioni della Hasbro sono aumentate di più del 3% nei primi scambi, invertendo un calo del 5% nel premarket.

Ecco cosa ha riportato Hasbro rispetto alle proiezioni di un sondaggio degli analisti di Thomson Reuters:
  • EPS corretto: $ 2,30 rispetto a $ 1,80 previsto.
  • Entrate: $ 1,60 miliardi contro $ 1,72 miliardi proiettati.
Hasbro ha dichiarato che i guadagni dell'ultimo periodo sono stati di $ 2,35 per azione colpiti da cambiamenti nella normativa fiscale degli Stati Uniti. Ha detto che ha registrato una perdita netta di $ 5,3 milioni, o 4 centesimi per azione, in calo da un utile netto di $ 192,7 milioni, o $ 1,52 per azione, dell'anno scorso.

"La domanda complessiva dei consumatori è rallentata a novembre e dicembre sia per l'industria che per Hasbro", ha dichiarato il CEO Brian Goldner in una nota. "Il calo dei ricavi di Partner Brands e Europa ci ha portato a non soddisfare le aspettative di fatturato del quarto trimestre."

Il segmento dei marchi partner di Hasbro, che include la merce "Star Wars", "Frozen" e "Marvel", è sceso del 21% nel quarto trimestre.
La società ha detto di non vedere il calo delle vendite come "stanchezza di Star Wars", ma piuttosto un risultato del tempismo della pubblicazione di prodotti e pubblicità. Goldner ha detto che tra il Force Friday, un merchandising di settembre e l'uscita di "The Last Jedi" a dicembre, i clienti sono stati bombardati con prodotti di altre proprietà di intrattenimento, come "Thor: Ragnorak" e "Justice League".

Ha affermato "Riducendo le finestre temporali in modo tale da poter sfruttare il marketing specifico e queste grandi campagne di marketing sui marchi, ti consente di fare un ottimo lavoro nel merchandising di quei film".

Nel 2015, Force Friday ha portato a vendite monumentali di giocattoli "Star Wars" prima di "The Force Awakens", il primo film "Star Wars" dopo quasi un decennio di digiuno.

"Chiaramente c'era un sacco di domanda repressa su tutta la linea", ha detto Goldner.

Hasbro si aspetta di vedere una ripresa delle vendite di giocattoli legati a "The Last Jedi" quando il film diventerà disponibile al pubblico su home video. Inizierà la pubblicità dei prodotti per il film indipendente di Han Solo ad aprile, in vista dell'uscita del film a maggio.

"Continuiamo a credere che sarà per noi il tipo di attività con una grande visibilità per l'intrattenimento e una grande sostenibilità e, francamente, una migliore redditività più andremo avanti come partner", ha detto Goldner durante una conference call sugli utili. "Perciò potremmo avere un marchio sempre più prezioso nei prossimi cinque anni rispetto a quello che abbiamo avuto nel periodo che ha preceduto il film del 2015".

Il settore giochi della Hasbro, che include una varietà di giochi da tavolo e giochi digitali, è sceso del 4% nel trimestre, e i marchi emergenti, che includono i giocattoli Baby Alive e Furreal Friends, sono scesi del 5%. La compagnia ha detto che Tyler the Tiger era il giocattolo più venduto durante il periodo delle vacanze.

I marchi in franchising, come Nerf, Monopoly e My Little Pony, si sono comportati bene per l'azienda, con un aumento dell'11% nel trimestre.
- - - - - - - - 
L'articolo segue con altre valutazioni generiche sulla multinazionale, ma per quanto riguarda Star Wars non aggiunge altro.
Alcune valutazioni:
E' mio parare che la Hasbro non possa commentare negativamente questi dati criticando Star Wars ne Disney, senza incappare in un fastidioso incidente diplomatico. E Disney non lascerebbe i diritti dei giocattoli ad una ditta che non crede nel Brand, quindi le valutazioni a mio parere sono politiche.
Sono tuttavia perplesso che colossi di questo genere non riescano a coordinarsi a livello di marketing per spingere più un prodotto invece che un altro.
Quando vengono citati prodotti come "Thor: Ragnorak" è sempre un film Marvel/Disney, caso a parte "Justice League".
Da fan deluso sarei felice di scoprire che stiamo mandando un segnale di cambiare rotta a Disney, purtroppo un quadrimestre non è sufficiente.
Il prossimo banco di prova sarà il film su Han Solo senza Harrison Ford, la pezza di Disney all'uccisione di Han Solo.
Vi lascio con qualche altro link a video youtube che affrontano il tema della vendita dei giocattoli di Star Wars (sono tutti con i sottotitoli automatici):