martedì 9 agosto 2011

Sete di giustizia: parte 1

Al cospetto di Re Harad, e dei consiglierei reali Astrior Ottar e Ingold Unn, vengono convocati a palazzo il 7 di Flaurmont Khaless, Helin, Adram, Norwin e Melodia.
Dopo i saluti di rito, prende la parola l'Alta Maga Astrior:
"Signori prima di iniziare i Campioni Lit, Stark e Michael mandano i loro saluti a sir Khaless e a lady Helin. Ora veniamo a noi, il re ordina che il vampiro Agrid sia trasferito presso il collegio che lo terrà in custodia sotto alla mia responsabilità. So che il vampiro è attualmente nella sala delle evocazioni del tempio di Kagyar. Dovete custodirlo fino a che non vengo a prenderlo dopo l'esecusione di Emil Doepler.
Invece ho qui la copia originale del diario del vampiro che devo restituire ad Adram.
Adram, per lo specchio deve attendere fino all'esecuzione di Emil Doepler e poi decideremo il da farsi
Ed ora una storia e una scelta, visto che lavorate assieme, potete scegliere se continuare a farlo oppure se scegliere strade differenti.
Prima la storia.
Da Glantri era arrivato uno studioso, un mago negromante che studiava la morte e la sua connessione con le divinità, in particolar modo Hel la morte e dopo la sua caduta, Thanatos.
Quel mago era... Amestris.
Amestris era ossessionato da scoprire cosa c'era dopo la morte e riteneva che la morte fosse solo il passaggio verso un altro mondo, il mondo delle divinità!
Ma cosa accadrebbe se si potesse accedere a quel mondo senza morire?
Amestris mi ha mostrato i suoi appunti e i libri che aveva raccolto sull'argomento, ah naturalmente ero all'oscuro dei suoi legami di malaffare, anzi diciamo che è stato molto abile ad ingannarmi.
Secondo Amestris il mostro mondo, Mystara, non è l'unico esistente, ma esistono molti mondi paralleli chiamati piani.
E' possibile viaggiare tra questi mondi un po' come si può passare da un'isola all'altra poiché tutti questi mondi galleggiano nel mare astrale.
Anche Mystara è uno dei mondi del mare astrale ma per qualche motivo è isolato.
Per entrare in Mystara si deve essere divinità o essenze di divinità, alcuni usano il nome di avatar.
Per uscire invece lo si può fare naturalmente solo morendo.
Dopo la morte però l'anima non è libera di vagare ma viene presa e portata verso gli inferi o verso i luoghi in cui vivono le divinità alle quali il defunto era devoto.
Torniamo ad Amestris...
In alcuni libri di Amestris c'era la teoria secondo la quale sfruttando il passaggio che viene aperto per un'anima di un defunto, si può uscire da Mystara al posto dell'anima che rimane intrappolata al di qua come spirito.
Il procedimento tuttavia non era chiaro nei libri e, almeno per i miei valori, troppo blasfemo per essere attuato e così pensavo che fosse lo stesso per Amestris.
Ma mi sbagliavo.
Amestris per raggiungere il suo obiettivo ha sacrificato molte vite innocenti e voi ne sapete qualcosa... lady Helin, la vostra tribù di Asgard ha pagato un prezzo molto alto.
Per ora lasciamo perdere gli altri universi e concentriamoci sulle azioni del negromante.
Ai goblin promise il potere concedendo loro i poteri della non morte ed ottenne la loro fedeltà.
Ai troll tramite i goblin promise la vittoria sugli umani e su Thors l'uccisore, non ebbe totalmente la loro fedeltà, ma almeno li spinse ad andare verso la direzione che voleva, la guerra e il caos.
Amestris si offrì a re Zeamark come spia e corruttore, grazie all'oro dell'Ostland riuscì a corrompere il Jarsl Emil Doepler il quale collaborò con le spie goblin per passare loro informazioni sull'esercito e i loro spostamenti.
L'Ostland cercava da tempo di destabilizzare il Vestland e quale occasione migliore se non attaccare le difese indebolite di un regno da una guerra contro i troll.
Il caos che ne scaturì permise ad Amestris e ai suoi servitori di catturare indisturbato la tribù di Asgard per i suoi scopi addossando la colpa ai troll e ai goblin.
Le anime degli Asgardiani sono più preziose delle anime dei goblin e dei comuni umani, poiché secondo i suoi libri, il sacrificio di esseri dalla provenienza extra Mystara, facilitano il passaggio.
La probabilità di aprire un passaggio con un'anima normale è del 1%, mentre con un Asgardiano è del 5%.
La guerra contro i troll avrebbe sfiancato l'esercito e lasciato sguarnita la capitale, sarebbe bastata un'incursione ben fatta per uccidere il re e nel trambusto che ne sarebbe conseguito l'Ostland avrebbe messo di nuovo piede a Norrvik, mentre il Vestland si sarebbe diviso in 4 parti, una per duca.
Emil Doepler avrebbe ricoperto il ruolo di governatore della nuova provincia, ma questo non è accaduto anche per merito vostro.