martedì 11 ottobre 2011

Briggs Thorduin

Dalle cronache ritrovate nella tomba di Durahnan
Il piccolo clan Thorduin era satellite del maggiore e potente xenofobo clan Torkrest. La sua specialità era l'addestramento militare di paladini e chierici di Kagyar in modo che potessero fornire supporto alle forze militari dei Torkrest, senza che quest'ultimi facessero riferimento ai cugini Buhrodar. In questo ambiente era nato Briggs Thorduin, la roccia gentile come veniva soprannominato dai suoi parenti per il suo gran cuore.
Il giovane Briggs si distinse con i suoi cugini nelle battaglie del fuoco, così dette per le infuocate battaglie disputate contro un mago evocatore glantriano che rapiva dei nani per condurre degli esperimenti. Il mago utilizzava i servigi di alcuni elementali del fuoco e sconfiggerlo non fu affatto facile, tanto che lo stesso Briggs ne uscì con alcune orrende piaghe sulla schiena.
Tra i nani liberati vi era Kres Oakenshield che gli consigliò le cure del fratello Durahnan.
Durahnan era un impuro, ma aveva sviluppato delle doti da guaritore invidiabili agli stessi chierici, ma la sua esistenza era coperta dall'omertà familiare. Durahnan riuscì a pulire le piaghe e a pulire le ferite del paladino, che riconoscendone il valore, contrariamente alle usanze della sua gente, gli offri la sua amicizia.
La frequentazione di Briggs non era vista di buon occhio e ben presto vi furono le prime tensioni soprattutto con alcuni Torkrest molto rigidi sul sistema delle classi.

Tutto precipitò a causa della piaga chiamata dei NANI AGUZZI, dapprima qualche caso isolato, poi una vera e propria "epidemia" di vampirismo che vide il clan Oakenshield completamente contagiato. La piaga portò a violente caccie al vampiro, con roghi sommari e guerra civile tra clan. Briggs avendo frequentato quel clan si sentiva carico di responsabilità per non aver capito il pericolo e si espose in prima persona in più di una battaglia sconfiggendo molti progenie vampiriche. Tuttavia uno nano mancava all'appello, l'impuro amico Durahnan, che in quanto impuro forse era stato sottovalutato da tutto il suo clan. Briggs sentiva che l'amico centrava qualcosa e decise di porre fine alla sua non-esistenza ("se è un vampiro Durahnan è già morto da tempo" pensava Briggs). Briggs stanò Durahnan, tuttavia impietosito dalla condizione dell'amico non si avvide del tranello e cadde sua vittima. Durahnan non lo uccise ma condivise con lui alcuni suoi doni. Il Paladino provò a resistere ma alla fine cedette diventando una potentissima guardia nera fedele a Thanatos!
Briggs e Durahnan lasciarono Casa Roccia, divenuta troppo pericolosa per loro e decisero di stabilirsi nel Vestland, terra fredda a Est ancora poco abitata. Si stabilirono in una fortezza duergar abbandonata lungo un ramo del fiordo Vestfjord. Thanatos fece loro un dono, Niohogrr un potente drago non morto, mentre altri seguaci arrivarono un pò da tutti i territori del nord. I regnanti del Vestland non rimasero a guardare e presero provvedimenti, ma le forze di Thanatos sembravano invincibili. Il primo avventuriero famoso a farne le spese fu Eirik Cnute, che con la compagnia dei Mietitori di Anime subì una sonora sconfitta. Poi il drago zaffiro Nilliosasys assistito da alcuni vendicatori Eldannici ma purtroppo furono sconfitti e sul terreno il drago zaffiro lasciò un potente artefatto: l'amuleto della via.
Di come proseguì la storia è già stato abbondantemente narrato in altri post.Qui annotiamo solo che dopo la sconfitta di Durahnan , a causa dei piani del chierico Chatal Rhoona, Briggs pensò che la cosa migliore per permettere all'amico di rigenerarsi, era quella di darlo per morto e con lui ritirarsi fino a che le acque non si fossero calmate. Utilizzando l'amuleto della via, Briggs aveva già scoperto la cittadella Sapphiredge, locazione mantenuta segreta e destinata a diventare la nuova capitale del regno di Thanatos. Decise quindi di riparare in quel luogo con Durahnan e dopo aver completato e protetto la loro dimora (tomba mausoleo) si sigillò all'interno con alcuni seguaci per un lungo sonno ristoratore portando con se, sapere, tesori e l'amuleto della via!