venerdì 30 dicembre 2011

Lago Klintest: villaggi occidentali

I Villaggi che si affacciano nella sponda occidentale del lago Klintest sono composti prevalentemente da contadini che coltivano mais, grano e orzo e numerosi altri prodotti agricoli approfittando della grande pianura fertile del Klintest. E' strano come nella cultura nanica i contadini siano disprezzati eppure proprio a loro si deve la produzione di elementi essenziali nella dieta di Casa Roccia tra cui la bevanda più amata.. la birra!.
I villaggi più abitati sono Pyrhap (rana porpora) e Radgar(ferro casa o casadiferro).
Pyrhap: villaggio di circa 1100 abitanti sorto attorno alla locanda Pyrhap lungo la strada che costeggia la sponda nord del lago Klintest. E' composto da molti umani contadini e alcuni nani dei clan Syrklist e Wyrwarf. Nel villaggio vi sono molti magazzini e aie per l'essiccazione e immagazzinamento dei cereali. La zona è relativamente tranquilla e sgombra da creature pericolose, un ottimo posto dove condurre una vita pacifica. Durante la stagione del raccolto e della semina gli abitanti quasi raddoppiano.
Radgar: Villaggio di 800 abitanti in continua crescita per la sua importanza strategica. E' composto prevalentemente dai clan Torkrest, Buhrodar, Hurwarf e naturalmente da umani. Il clan Buhrodar su di un lembo di terra sul lago ha costruito Gorest (immenso occhio) un monastero di Kagyar che sembra spuntare dall'acqua. Al suo interno studiano i giovani accoliti della famiglia fino ai 20anni pronti a divenire chierici, monaci e paladini. In questo monastero vive una santa profetessa, Balis figlia di Wharil della famiglia Dulrad del clan Buhrodar. Balis da tempo vive in clausura pregando e meditando disinteressadosi della cose materiali. E' inavvicinabile perfino dal re e comunica le sue profezie ad un accolito tramite pergamena. Si narra che l'ultima risurrezione ad opera di un nano chierico di Kagyar sia stata compiuta proprio da Balis prima di rinchiudersi in clausura 70 anni fa.